Le società dell’odio

L’umanità si sta suicidando con le sue mani. Migliaia di civili muoiono ogni giorno, vittime di guerre assurde, volute dalle nazioni avide di petrolio. Donne e bambini pagano con la vita il prezzo degli affari ultra miliardari e ultra nazionali derivati dal commercio delle armi. Gli Stati Uniti vendono ordigni di distruzione di massa all’Arabia Saudita e vengono bombardati gli ospedali di Medici Senza Frontiere nello Yemen. In Florida compri un fucile d’assalto automatico esibendo la patente e firmando un formulario, e uccidi decine di persone in pochi secondi. In Svizzera hanno costruito barriere di cemento “anti-tir” ai lati delle strade per permettere alla gente di assistere serenamente ai fuochi d’artificio. La mafia gestisce parte del commercio delle armi e ricicla il ricavato nelle banche del Vaticano. E quando un bambino con un bel faccino sopravvive per miracolo a un bombardamento, invece di soccorrerlo e medicarlo immediatamente, viene usato per un servizio fotografico che fa il giro dei giornali e delle televisioni di proprietà dell’establishment politico. E tutti noi, come pecore, ci passiamo la fotografia sui social invece di sputare in faccia ai nostri televisori.
bambini che sorridono

Continua a leggere “Le società dell’odio”

Pistole e ‘pistolini’ nell’Università di Stato del Texas

La National Rifle Association è orgogliosa di annunciare che dal 1 agosto l’Università di Stato del Texas ha applicato una nuova legge che si chiama “Campus Carry”. Chiunque disponga di un training di 4 ore e di una precisione di tiro del 70% ha diritto a un porto d’armi regolare e a tenere la sua pistola o il suo fucile sempre con sé, anche durante le lezioni.

images (4) Continua a leggere “Pistole e ‘pistolini’ nell’Università di Stato del Texas”

Come avere 10 orgasmi in una notte

Un’utopia (pron. utopìa) è un assetto politico, sociale e religioso che non trova riscontro nella realtà, ma che viene proposto come ideale e come modello. Indica una meta intesa come puramente ideale e non effettivamente raggiungibile; in questa accezione, può avere sia il connotato di punto di riferimento su cui orientare azioni pragmaticamente praticabili, sia quello di mera illusione e di falso ideale.

L’utopista – sia come coniatore di utopie, sia come semplice propugnatore, sia come pensatore utopico critico – può quindi essere tanto colui che costruisce le sue preferenze e le sue scelte ideologiche esimendosi dallo studio e dalla comprensione della realtà e delle sue dinamiche, quanto colui che indica un percorso che ritiene al contempo auspicabile e pragmaticamente perseguibile.

(Fonte: Wikipedia)

‘Ominicchi’ italiani che uccidono le donne

A farne una questione di nazionalità è stata l’Ansa stamattina scrivendo che “un tempo solo in Asia, oggi anche in Italia” si “cerca di punire la donna che ci ha lasciato”. Ma potrebbe essere una questione di mancanza di coraggio, invece, come direbbe Leonardo Sciascia. Mancanza di coraggio da parte di questi uomini, anzi, mezzi uomini, anzi, più precisamente, “ominicchi” italiani che uccidono le compagne.

Continua a leggere “‘Ominicchi’ italiani che uccidono le donne”

Pokemon GO sorpreso a letto con Belen

L’assertività (dal latino “asserere” che significa “asserire”), o asserzione (o anche affermazione di sé), è una caratteristica del comportamento umano che consiste nella capacità di esprimere in modo chiaro ed efficace le proprie emozioni e opinioni senza tuttavia offendere né aggredire l’interlocutore.

Secondo gli psicologi statunitensi Alberti ed Emmons, si definisce come «un comportamento che permette a una persona di agire nel suo pieno interesse, di difendere il suo punto di vista senza ansia esagerata, di esprimere con sincerità e disinvoltura i propri sentimenti e di difendere i suoi diritti senza ignorare quelli altrui».

L’assertività si può anche delineare come il giusto equilibrio tra due polarità: da una parte il comportamento passivo, dall’altra il comportamento aggressivo.

(fonte: Wikipedia)

Quando l’omosessualità repressa diventa terrorismo

Quello che stiamo vivendo è un momento storico molto delicato, un periodo in cui l’amore (in tutte le sue forme) potrebbe ancora una volta salvarci dalla tragedia umana che ci circonda.

Fiori e candele colorate sulla Promenade des Anglais il giorno dopo l’attentato. Foto: Nice Matin

Continua a leggere “Quando l’omosessualità repressa diventa terrorismo”