El Cuarteto del Amor

1520599_598372746904983_1224274522_nIl mio amico Nicolas è un ragazzo che ride sempre e a me la gente che ride piace molto di più di quella che non ride, non c’è niente di meglio che una risata, espressione della gioia con cui siamo nati e di cui quelli che non ridono vogliono privarci. Nico ha i capelli lunghi e ricci, come quelli di un personaggio dei cartoni animati, i tratti del volto delicati e lo sguardo sicuro di un uomo dolce e passionale, veste con abiti semplici, mangia molto miele, ed è un musicista, suona il clarinetto in un gruppo di Montevideo, ma non si tratta di un gruppo qualsiasi, niente sesso droga e rock&roll, il suo gruppo si chiama El Cuarteto del Amor, quattro ragazzi che suonano per strada e consegnano amore a domicilio!

Il cantante, Andrés Lazarof, figlio d’arte arrivato da Buenos Aires per seguire la sua ragazza, ha un’energia di quelle che trascinano le folle, il chitarrista e il violinista sembrano appartenere a un’altra epoca, portano scarpe con le ghette e la bombetta anni Cinquanta. Le richieste che arrivano tutti i giorni sono numerose, Nico e i suoi amici sono richiesti in tutto il Paese! Una volta hanno suonato nella fontana della Facoltà di Architettura, inginocchiati nell’acqua, un’altra volta hanno inseguito la ragazza alla quale stavano dedicando la canzone fino alla fermata dell’autobus dimenticandosi il cappello in cui c’era il loro stipendio.

La gente li adora, chiunque li conosce e sorride quando gli si chiede di intonare una delle loro canzoni, tutte divertenti. Ed è questa l’energia universale dell’amore, della quale parliamo noialtri mentre cerchiamo la felicità, quella forza generatrice che ci ha creato e ci mantiene in vita mentre cantiamo, Melón, melón, melón, melocotón, tengo una cosita para ti…

[Leggi tutte le mie note di viaggio dall’Uruguay, pubblicate sul blog della Lupo Editore]