Cuentos fantásticos españoles

Los cuentos fantásticos modernos españoles nacen en los primeros años del Siglo Diecinueve, cuando el movimiento romántico empieza su desarrollo, inspirándose en la novela gótica inglesa o alemana. El mejor medio de difusión son las revistas literarias, muy afirmadas en aquella temporada. Las más importantes: "El Artista" (1835 - 1836), "El Semanario pintoresco Español" (1836 - … Continua a leggere Cuentos fantásticos españoles

Ignatius J. Reilly e il gusto per il brutto

Pubblicato su Liberolibro. A quasi mezzo secolo dal suo suicidio, avvenuto il 26 marzo del 1969, a soli trentadue anni, lo scrittore americano John Kennedy Toole, ci insegna che il gusto per il brutto è una malattia comune a tutte le epoche. Dal suo fallimento come scrittore, riconosciuto soltanto dopo la morte, Toole trae la forza per osservare e analizzare il … Continua a leggere Ignatius J. Reilly e il gusto per il brutto

Vademecum per l’autore squattrinato costretto a fare il guardiano in hotel

L'industria alberghiera non è un'attività come le altre. In quel settore non si vendono oggetti, ma vita. Il cliente, quando ti passa davanti, non lascia altra traccia che un sorriso o una smorfia. Ma giorno dopo giorno, senza volere, ti confida quasi interamente la sua intimità. E quella città in miniatura che è un albergo non … Continua a leggere Vademecum per l’autore squattrinato costretto a fare il guardiano in hotel

Juan Rodolfo Wilcock: Come si somministra il premio letterario

Gli autori vengono coricati ciascuno sul suo letto, su materasso un po’ duro, con la testa lievemente sopraelevata e un cuscinetto sotto il bacino, le gambe semiflesse, divaricate, la camicia tirata verso lo sterno, le gambe semicoperte. Gli autori dovranno respirare tranquillamente, rilasciare i muscoli, lasciar fare con serenità. Avranno tra le gambe una bacinella. … Continua a leggere Juan Rodolfo Wilcock: Come si somministra il premio letterario

La fine del grande romanzo europeo

Non ho la pretesa di fare della teoria. Sul mio mestiere, ne so meno di chiunque altro e mi spaventerebbe il contrario, giacché sapere troppo su ciò che si fa può da un lato sembrare indispensabile, ma, dall'altro, privo di qualsiasi fascino. Si parla da un po' di anni della fine del romanzo come genere letterario. Ciò … Continua a leggere La fine del grande romanzo europeo

Social network e letteratura

"Solo fare bene il proprio lavoro, con tutto l’amore e la cura umanamente possibili, è la zattera cui aggrapparsi". --David Foster Wallace A volte mi chiedo quale sia il nesso tra i social network e i libri di narrativa, considerando che, per me, si tratta di due mondi ben distinti, non tanto per i piani … Continua a leggere Social network e letteratura

«Per parlare ai giovani dell’importanza di essere liberi»

di Giusy Bruno Frank Iodice ha scritto vari libri. I più recenti sono "Le api di ghiaccio" e il "Breve dialogo sulla felicità". In "Api di ghiaccio" viene affrontato il tema della schizofrenia, con uno stile molto semplice e coinvolgente. [...] Per quanto riguarda il "Breve dialogo sulla felicità", Frank Iodice fonde degli estratti dei discorsi pubblici … Continua a leggere «Per parlare ai giovani dell’importanza di essere liberi»

Breve dialogo sulla felicità

Ringrazio José Pepe Mujica, il quale mi ha dato il permesso di utilizzare alcuni estratti dei suoi discorsi pubblici, liberamente tradotti dallo spagnolo, nonché della chiacchierata informale che abbiamo tenuto, con lo scopo di diffonderli nelle scuole europee, tra i nostri giovani pensatori, affinché comprendano l'importanza di essere liberi e un domani diventino cittadini o … Continua a leggere Breve dialogo sulla felicità

Anna Maria Ortese: Il mare non bagna Napoli

Faceva contrasto a questa selvaggia durezza dei vicoli la soavità dei volti raffiguranti Madonne e Bambini, Vergini e Martiri, che apparivano in quasi tutti i negozi di San Biagio dei Librai, chini su una culla dorata e infiorata e velata di merletti finissimi, di cui non esisteva nella realtà la minima traccia. Non occorreva molto … Continua a leggere Anna Maria Ortese: Il mare non bagna Napoli

Le ragazze giocavano con il gatto

Le ragazze giocavano con il gatto, il quale, almeno all'apparenza, non sorrideva loro con la cordialità dovuta a chi ti sta accarezzando dappertutto, o, almeno, con la riconoscenza che io avrei dimostrato loro, ma io purtroppo non ero un gatto. Dall'altra parte del giardino, intanto, arrivavano i soffi profondi dei merli e il freddo piacevole … Continua a leggere Le ragazze giocavano con il gatto

Dal manifesto di ISBN edizioni

Astenersi dall'inviare: romanzi storici, romanzi rosa, romanzi i cui protagonisti hanno soprannomi tipo Strippo, Scubi o Faina, romanzi di auto-fiction, romanzi ispirati a Bukowski, romanzi ispirati a Carver, fantasy che non siano all'altezza di Game of Thrones, horror che non siano (almeno) all'altezza di Clive Barker, storie di Sud Italia idilliaco, storie di artisti che … Continua a leggere Dal manifesto di ISBN edizioni

Perché mangiamo gli animali?

Il relatore speciale delle Nazioni Unite per il diritto all'alimentazione ha definito un «crimine contro l'umanità» trasformare cento milioni di tonnellate di cereali e mais in etanolo, mentre quasi un miliardo di persone soffre la fame. Quindi che genere di crimine commette l’industria zootecnica, che usa 756 milioni di tonnellate di cereali e mais all’anno, … Continua a leggere Perché mangiamo gli animali?

Follia e pazzia di André Colbert

di Andrea Sartori Nel capitolo sesto del celebre L’io diviso (Londra, 1959), intitolato Il sistema del falso io, lo psichiatra scozzese Ronald D. Laing scriveva che «l’ “io interiore” fantastica e osserva: osserva i processi della percezione e dell’azione. L’esperienza non tocca direttamente questo io». L’io interiore, responsabile tanto d’una produzione immaginaria sana, quanto delle … Continua a leggere Follia e pazzia di André Colbert

Jack London: Come riscuotere i diritti d’autore

Narrare vuol dire vivere... (Jack London) «E ora», finì col dire Martin, «se volete sapere perché sono venuto, lo dirò: sono qui per farmi pagare il racconto che piace tanto a voialtri. Se ben ricordo, mi avevate promesso cinque dollari alla pubblicazione». Il mobile viso del signor Ford espresse subito la più entusiastica accondiscendenza: fece … Continua a leggere Jack London: Come riscuotere i diritti d’autore

Vincent Van Gogh: Per il mio lavoro rischio ogni giorno la vita

Pubblicato su 24 Letture del Sole24Ore Perché Van Gogh firmava le sue tele soltanto col nome? Perché rifiutò di integrarsi in una società che così come lo distrusse avrebbe potuto dargli la gloria artistica che meritava? E perché, dopo aver venduto un solo quadro nell’arco della sua carriera, quest’artista non ottenne niente di meglio che … Continua a leggere Vincent Van Gogh: Per il mio lavoro rischio ogni giorno la vita

Antonio Tabucchi: La signora con la gamba di legno

Pereira si accomodò in uno scompartimento dove c'era una signora che leggeva un libro. Era una signora bella, bionda, elegante, con una gamba di legno. Pereira si accomodò dalla parte del corridoio, visto che lei stava al finestrino, per non disturbarla, e notò che stava leggendo un libro di Thomas Mann in tedesco. Questo lo incuriosì, … Continua a leggere Antonio Tabucchi: La signora con la gamba di legno

Juan Rodolfo Wilcock: Consigli per la donna che lavora e vuol restare carina

Non risparmiare il sapone, perché chi ha i capelli in disordine e inoltre manda un leggero lezzo, perde la fiducia in se stessa. Non tenere dal mattino alla sera una crema grassa attorno agli occhi: fa sbavare terribilmente il trucco, specie nella minestra. Meglio non truccarsi gli occhi fino a dopo mangiato. Non restare più … Continua a leggere Juan Rodolfo Wilcock: Consigli per la donna che lavora e vuol restare carina

Erich Fromm: Avere o essere?

Dalla scelta che l'umanità farà tra questi due modi di esistere dipende la sua sopravvivenza. Occorre un cambiamento radicale nel cuore degli esseri umani, ma tale cambiamento è possibile soltanto nella misura in cui intervengano altri cambiamenti, economici e sociali, capaci di donare al nostro cuore la possibilità di cambiare e il coraggio, la voglia … Continua a leggere Erich Fromm: Avere o essere?

Eduardo Mendoza: Nessuna notizia di Gurb

21.30  Mi intrattengo ascoltando la conversazione di due parrocchiani. Il linguaggio degli esseri umani, senza essere decodificato, risulta travagliato e puerile. Per loro, una frase elementare come questa  109328745108y34- 19«poe8vhqa9enf087qjnrf-09aqsdnfñ9q8w3r4v21dfkf=q3wy oiqwe=q3u 1o9=853491926rn1nfp24851ir09348413k8449f385j9t830t82 = 34 ut t2egu-34851mfkfg-231lfgklwhgq0i2ui34756=13ir2487-2349r20i45u62-4852ut-34582-9238v43 597 46 82 = 3t984589672394ut945467 = 2-3tugywoit = 238tej 93 46 7523fiwuy6-23f3yt-238984rohg-2343ijn87b8b7ytgyt654376687by79  (dammi un chilo di rape) risulta indecifrabile. … Continua a leggere Eduardo Mendoza: Nessuna notizia di Gurb

Tre camere a Manhattan: Un manuale dell’amore e della coppia

Pubblicato su Libreriamo Ci sono alcuni scrittori conosciuti soltanto per i loro personaggi più riusciti, come succede per Georges Simenon, autore della celebre saga sulle inchieste del commissario Maigret, recentemente raccolte in una collana dell'Adelphi che conta più di 70 volumi. Ma non tutti conoscono gli altri romanzi scritti da questo genio della letteratura, che era … Continua a leggere Tre camere a Manhattan: Un manuale dell’amore e della coppia