La ricetta dell’amore

Non tutti sanno che nella mia città natale esiste un ristorante segreto, nascosto tra i vicoli del centro storico, proprio dove a Natale si vendono i presepi e le statuette del bambin Gesù e Pulcinella abbracciati mentre si scambiano la ricetta dell'amore... La cuoca del ristorante dell'amore si chiama Bettina, è una ragazza tutta curve con … Continua a leggere La ricetta dell’amore

L’uomo molto intelligente 

Ieri sera stavo bevendo un bicchierino nel bar davanti alla chiesa, ascoltavo il rumore forte delle cicale. La fila di alberi sul viale sembrava una fila di becchini o di preti. Bisogna premettere che, alla mia età, non dovrebbero sorprendermi più né l’una né l’altra categoria, per questo il bicchierino che bevevo al bar aveva il … Continua a leggere L’uomo molto intelligente 

Riunione Straordinaria dei Ministri

Quello che segue è soltanto un racconto, una maniera di esorcizzare il male attraverso la letteratura. Mi sono ispirato al mio insegnante di scrittura creativa, José Saramago, e ad uno dei suoi libri più belli, il Saggio sulla lucidità, pubblicato nel 2004. Il 24 marzo di quell'anno, ebbe luogo la prima riunione straordinaria internazionale dei nostri signori … Continua a leggere Riunione Straordinaria dei Ministri

Il siero della verità

Pubblicato su Crapula Club. Il dottor Candido Santino è sposato da una decina d'anni. Sua moglie è un po' gelosa, non lo lascia mai andare in giro da solo, lo controlla anche quando è al lavoro, lo chiama a intervalli regolari, che lui ha imparato a misurare, infatti sa sempre quando il suo cellulare sta … Continua a leggere Il siero della verità

Andrés Aguiar Camicia Rossa

Ho scritto questo racconto quando ero in Uruguay, nell'aprile 2014; l'ho regalato a Cosimo Ceccuti, direttore della rivista Nuova Antologia, in occasione del suo compleanno. Montevideo, febbraio 1846. Agli ordini del Governo, sempre agli ordini del Governo, disse il Generale in piedi davanti allo specchio. Era una di quelle mattine in cui gli specchi possono contenere due persone, … Continua a leggere Andrés Aguiar Camicia Rossa

I quattro padri dell’amore

(I protagonisti di questa storia, come si suol dire in questi casi, non sono realmente esistiti.) Era il Natale del 1983, padre Paul rimescolava le parole del suo sermone come se fossero chicchi di caffè in Brasile o castagne raccolte in montagna. Era il parroco della chiesa del porto da quando padre Jacques se n'era andato … Continua a leggere I quattro padri dell’amore

La femme robot

Pubblicato su La zona morta C'était une tranquille et chaude journée de printemps, les petits oiseaux faisaient ce que font les petits oiseaux, les facteurs faisaient ce que font les facteurs, et les petites vieilles... On ne peut pas dire ce que faisaient les petites vieilles, parce que le pape était encore en Italie. Notre … Continua a leggere La femme robot

Tous fous, morts ou vivants

Traduit de l'italien par Stéphan Lambadaris Titre original : I matti morti e i matti vivi à la mémoire de Monsieur Duval, gardien de Roblot Durant une courte période de ma vie, à l'époque où je n'étais pas encore devenu fou, je me suis retrouvé chez Nathalie Duval, une vieille dame qui vivait au dernier … Continua a leggere Tous fous, morts ou vivants

Absinthe

Pubblicato su Sìlarus, gennaio 2014.   A Gilles Calabria La sala era talmente piccola che ogni nota entrava nella nostra testa senza preavviso, bastava distrarsi un secondo e tutto diveniva forte e rosso, assumendo i colori che dovevano essere nella sua testa. Il ragazzo aveva appena vent'anni, arrivava da Metz, e stava suonando il vecchio pianoforte … Continua a leggere Absinthe

L’ultima partita

Questo racconto è stato pubblicato per la prima volta nel 1999, a Salerno, da un editore che si chiamava Sergio Capozzoli. Non ci eravamo mai visti prima e non immaginavamo cosa ci aspettasse al di là di quel saluto, contratto semplicemente, senza pensare a ciò che c’era dietro quegli occhi, stranamente immobili gli uni negli … Continua a leggere L’ultima partita

Clarissa che mangiava i tortellini

Pubblicato su Egregio Editore. Mentre giocavo a creare le forme con la schiuma, mi sono accorto che una bambina con il faccino triste mi guardava dall'interno del bar. Mi è sembrato ingiusto che stesse seduta lì, dietro a un vetro, e fosse costretta ad ascoltare le conversazioni dei genitori e degli amici dei genitori, mentre … Continua a leggere Clarissa che mangiava i tortellini

Johnsmith Esposito e l’Ispirazione

Johnsmith Esposito era appena arrivato nella Contea più strana degli degli Stati Uniti, il paese di Twenty Miles, al confine sud dell'Illinois. La gente entrava e usciva dai supermercati, si riparava da una pioggia gentile, quasi tutti avevano lo stesso volto innervosito. Johnsmith Esposito stava aspettando qualcuno davanti all'ingresso di un centro commerciale che era … Continua a leggere Johnsmith Esposito e l’Ispirazione

La Catedral del Tango

Pubblicato su Egregio Editore Da giovane facevo il rappresentante di prodotti per la scuola, un mestiere divertente perché avevo sempre a che fare con i bambini e non avevo alcun bisogno di trattenere le risate, potevo ridere tutte le volte che mi pareva. Ma non voglio parlarvi del mio lavoro, né dei bambini che a … Continua a leggere La Catedral del Tango

L’impiegato dello studio contabile di Monaco

Una volta un amico, del quale non mi è permesso dire il nome, ha lavorato come segretario in uno studio contabile a Monaco. In principio il lavoro è sempre facile; non esistono lavori difficili ma un sacco di gente che li complica. Quando il mio amico, un bravissimo ragazzo che sorrideva sempre, è arrivato allo … Continua a leggere L’impiegato dello studio contabile di Monaco

La verità dei poveri

Ad Alessandro Bellucco. Avevo appena visto i fiumi delle orine sotto la gare di Nice Riquier, odoravano di vino marcio, e mi aveva chiamato qualcuno da Garibaldi perché quella era la mia piazza, una specie di ufficio. Il tavolino dove il mio destino soleva farmi compagnia per molte ore al giorno era occupato dal destino … Continua a leggere La verità dei poveri