La fabbrica delle ragazze

La fabbrica delle ragazze, racconti (Articoli Liberi, Marsiglia 2006)

ISBN: 978-1718933866

“I racconti sono brevi, limpidi, eleganti, indipendenti l’uno dall’altro”. Teodoro Giùttari

“Lo stile di scrittura è scarno, crudo, sporco, graffiante, parco di punteggiatura, quasi come Stephen King quando si cala nei panni di Richard Bachman!” ―Davide Longoni, LA ZONA MORTA

“Una donna sempre al centro di tutto”. ―Stefania Castella, MELOLEGGO.IT

“Immagini di grande impatto”. ―Giampiero Dalle Molle, INCHIOSTRO

La sala era talmente piccola che ogni nota entrava nella nostra testa senza preavviso, bastava distrarsi un secondo e tutto diveniva forte e rosso, assumendo i colori che dovevano essere nella sua testa.
Il ragazzo aveva appena vent’anni, arrivava da Metz, e stava suonando il vecchio pianoforte della padrona del bar; era giovane, è vero, ma non aveva nulla da invidiare ai grandi musicisti jazz che avevano toccato quei tasti, adesso ingialliti. Indossava una camicia a quadri, di un verde militare, e pantaloni cachi; era, a vedersi così, nulla di più che un giovane di passaggio per il paese; aveva capelli già sudati e un po’ di barba. Capelli lisci come quelli del tale seduto accanto a me, anche quel giorno, come tutti i giorni, da tre mesi.
Le note deliziavano le pareti dell’Absinthe Bar e dopo due canzoni era già incominciata questa storia.


Recensioni

Stefania Castella, MeLoLeggo.it

Commenta

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.